domenica 13 febbraio 2011

WW _ Porta dell'inferno - Door of Hell _Turkmenistan

Nel deserto di Karakum, in Turkmenistan, dal 1971 è possibile vedere una delle più impressionanti anomalie naturali al mondo.

Il cratere di gas naturale di Darvaza o Darwese è stato scoperto da un gruppo di geologi russi alla fine degli anni '60, dopo una serie di esperimenti i geologi si sono resi conto dell'eccessiva quantità di gas presente nel cratere, decisero cosi di "accenderlo" sperando si esaurisse in poco tempo. Invece è dal 1971 che "la Porta dell'inferno" è ancora "in fiamme" e non accenna a spegnersi.

E' possibile osservarla anche dalla spazio.

..............................

In the desert of Karakum, in Turkmenistan, since 1971 it's possible to see one of the most unbelievable natural anomaly of the world.

The crater of natural gas of Darvaza or Darwese, has been discovered by a group of russian geologist in the end of '60, after some experiments the geologists realized the presence of excessive quantity of gas in the crater, so they decided to "burn" the gas hoping to run out in few time. Instead since 1971 "the door of hell" is still "burning".

It's possible to see the place also from the space.




Per altre immagini :


ed ecco uno straordinario video diurno delle fiamme nel cratere .


...................................

For other pictures:


and here a extraordinary video of flaming crater.  


domenica 23 gennaio 2011

WW_PAMUKKALE - TURCHIA - TURKEY

WW- Wonderful World, Mondo Meraviglioso, è una rubrica in cui viaggeremo in lungo e largo alla scoperta dei luoghi più insoliti del nostro meraviglioso pianeta.

Prima tappa in Turchia, a Pamukkale.

................................

WW- Wonderful World, it's a column where we'll travel all around the world to discover the most strange places of our wonderful planet. 

First Stop to Turkey at Pamukkale.

................................

Pamukkale è un importante sito naturale turco per chi viaggia dalle coste dell'Adalia e del Mar Egeo in Turchia. Nella provincia di Denizli, Pamukkale che in turco significa "castello di cotone", è un luogo di incanto.

I movimenti tettonici nei secoli hanno ricreato l’ambiente ideale per la formazione di fonti termali, ed è proprio l’acqua di queste fonti carica di calcio.

Pamukkale è uno dei patrimoni dell'Umanità dell' UNESCO.

................................


Pamukkale is a important turkish natural place on the coast of Adalia and of  Egeo Sea in Turkey. In the province of Denizli you'll find a enchanted place, Pamukkale that in tukish means "Cotton's castle".

The tectonic movements during centuries have created this ideal location for termal source, with a water full of calcium.

Pamukkale is a UNESCO Human Heritage.

 



HELSINKI - FINLANDIA - parte 2

Ciao a tutti rieccoci in terra scandinava....ora è arrivato il momento di proporre cosa vedere a Helsinki.

Helsinki è piena di cose interessanti da vedere, ma prima di tutti c’è il famoso Tuomiokirkko, il Duomo, la cattedrale luterana, nonché chiesa più famosa di Helsinki. La pianta è a croce greca e consta di una grande cupola verde con quattro cupole più piccole ai lati. Il progetto è di Carl Ludvig Engel, che ha anche costruito la chiesa ortodossa della Santissima Trinità, e l’intento fu quello di creare un climax architettonico nella cornice neoclassica di Piazza del Senato. La cattedrale di Helsinki fu ultimata nel 1852.

Tuomiokirkko

Ogni anno il 13 dicembre alle ore 17 avviene l’incoronazione di S. Lucia (Lucia-neito), che è impersonata da una bionda fanciulla ogni anno diversa, simbolo della luce. A seguito Santa Lucia viene portata in processione in carrozza per Alexanderinkatu, la via principale di Helsinki.

Altra chiesa importante è la cattedrale ortodossa Uspenski si trova su una collina vicino Piazza del Mercato, nel quartiere di Katajanokka. Uspenski è la chiesa ortodossa più grande dell’Europa nordoccidentale. L’origine del suo nome risale alla parola slava uspenje, che vuol dire dormizione (o morte); infatti la cattedrale è dedicata a Maria, madre di Gesù, la quale si dice sia caduta in un sonno profondo -e non sia morta- prima di essere salita in Cielo.


Uspenski

La cattedrale di Uspenski fu ultimata nel 1868, su progetto dell’architetto russo Alexey Gornostaev, che però morì nel 1862. La cattedrale ricorda per molti aspetti la Chiesa dell’Ascensione di Kolomenskoje, in Russia. La chiesa ha una struttura esterna secondo i criteri slavi, ma all’interno è ispirata a canoni bizantini:
 Nel mio ultimo viaggio li ho avuto la fortuna di assistere a una funzione luterana. In quanto cristiana conosco poco i riti della chiesa luterana, ma è stato interessante assistere, con il massimo rispetto, a una funziona cosi seria ma cosi sentita anche per chi come me ha un altro credo.

Altra chiesa, a mio dire, memorabile e unica, è la Chiesa delle Rocce, Temppeliaukion kirkko.

La chiesa, dedicata al culto luterano intorno alla grande cupola, creata con un unico cavo di rame attorcigliato a spirale. Nella chiesa di Temppeliaukio, è scavata nella roccia ma la luce riesce ad accedere grazie al soffitto vetrato, possono entrare quasi mille persone. La sala è utilizzata anche per molti concerti, grazie alla straordinaria acustica.


Temppeliaukion kirkko

Questa fu la prima chiesa che ho visto a Helsinki, ancora prima del Duomo, e per me fu un momento unico, era Ottobre, ma c’era un sole fantastico, le rocce splendevano sotto al sole. Entrando poi nella chiesa venimmo accolti da un coro intento nelle prove, decisamente fantastico. Canti in finlandese e inglese. Ho scoperto in seguito l’importanza dei cori da chiesa nella cultura finlandese, beh mi ripeto un momento memorabile.

STREETS TOUR

Il classico “ giro “ di Helsinki inizia dalla stazione centrale Rautatieasema. Di fianco potete trovare il teatro Nazionale Finlandese.

Un ottimo posto, o almeno il classico posto dove io e la mia truppa ci sentiamo a casa e facciamo colazione è il Coffee House. La cucina finlandese offre vasta scelta per colazione, dai donuts alla “ viennese” versione finlandese, ma offrono anche dei tramezzini tra cui il mitico tramezzino al salmone, DA PROVARE!! Il cappuccino anche è apprezzabile, certo non è come il nostro italiano ma è fattibile. Sapete che i maggiori bevitori di caffè al mondo sono proprio i finlandesi?



Eccoci poi subito su Mannerheimintie. Una delle strade principale di Helsinki, dove è possibile trovare pub, ristoranti e negozi di ogni genere. Qui potete ritrovare L’Apollo Club, il Virgin Oil, dove è possibile ascoltare musica dal vivo anche di famose band nazionali e internazionali. 

All’incrocio tra Mannerheimintie e Aleksanterinkatu si trova il fantastico Stockmann, centro commerciale a più piani dove è possibile trovare di tutto, ma in particolari prodotti dei famosi marchi finlandesi Artek, Iittala, Marimekko.




L’ ingresso di Stockmann su Alexanderinkatu è caratterizzato da un orologio che ruota su se stesso incessantemente, nel tempo è diventato un classico luogo di ritrovo.

Continuando su Aleksanterinkatu troverete anche “Aleksi”, e infine troverete la famosa piazza del duomo. Proseguendo verso il porto ritroviamo alla nostra destra i Bulevardi, potete cosi fare shopping da Marimekko o gustarvi un po’ di sana musica live da “Sir eino”. In fondo ai Bulevardi trovate lo Svenska Teatern, il Teatro svedese costruito nel 1866 dall’architetto Nikolai Benois.

Proprio sul porto c’è il famoso mercato al chiuso, ( proprio vicino a quello all’aperto che quando è possibile si può trovare al porto). Nel mercato al chiuso è possibile trovare tutti i prodotti tipici finlandesi. Approfittatene e provate soprattutto tutti i loro fantastici prodotti ai frutti di bosco e la “lakka”, la mora artica. 



Oltre al classico tour per il centro quello che vi consiglio è il tour della costa. Dal porto dritti verso  Kaivopuisto, dove potrete apprezzare la vista di tutte le piccole isole del golfo di Helsinki, nonché anche della Suomenlinna. Dopo aver girato un bel po’, perché non fermarsi a prendere un caffè, o l’ennesimo tramezzino al salmone al Caffè Ursula ;)

Kaivopuisto

Nella zona dei cantieri navali proprio dove vi trovate ora, Hietalahti  poi trovare il mercato delle pulci e il famoso “Nosturi”, tempio della musica a Helsinki, un pò come il “Tavastia”. Il “Nosturi”, che deve il suo nome all’imponente gru (in finnico appunto nosturi) che si erge di fianco all’edificio. eventi privati, musicali e non.

Nosturi

Il “Tavastia” invece è situato nella zona del centro commerciale di Kamppi, proprio al centro di Helsinki su Urho Kekkosen.

Non è un caso che ci siano cosi importanti club per la musica live a Helsinki. Il “live” è una vera è propria cultura, è non è raro scoprire che tanti finnici fanno parte di una o più band. Anche il famoso Irish Pub, “Molly Malone” a Kaisaniemenkatu, o “On the rocks” a Mikaelsgatan sono luoghi top per la musica live.


Molly Malone

Sono tantissime le band finlandesi di grande o media importanza, non solo i più famosi HIM, o The Rasmus, ma anche i Sunrise Avenue, i Negative, i Clarkkent, i Deep Insight.

Altra tappa da non perdere per chi va a Helsinki è la Suomenlinna, l’isola fortezza nel golfo di Helsinki, facilmente raggiungibile in traghetto dal porto di Helsinki. Uno scorcio quasi da “ Signore degli Anelli” nel pieno del golfo finlandese.

  

Suomenlinna

Da Helsinki è possibile raggiungere in traghetto anche Rostock, Stoccolma e Tallin.
L’esperienza imperdibile, come classico finlandese, è la sauna. Un abitante su 3 ha la sauna in casa, e non solo in casa, ma anche nei singoli appartamenti. È un rito importantissimo della loro cultura, nonché momento di aggregazione.
In più, non perdete l’occasione di fare un giro sui laghi di Helsinki, un giro sulla costa di Munkkiniemi al tramonto non ha prezzo!

Munkkiniemi

Da non perdere sono anche il monumento a Sibelius e l'auditorium dell'HUT (Helsinki University of Technology), progettato da Alvar Aalto.

Se siete fortunati inoltre potreste capitare a Helsinki in uno dei giorni in cui i finlandesi espongono ovunque la propria bandiera nazionale, è infatti loro usanza esporre ovunque le bandiere non solo durante feste nazionali ma anche in giorni normali.
Beh che dirvi di più, una città tutta da scoprire e apprezzare. Presto alla scoperta di Espoo e Turku. ;)

PS. Turku è stata eletta come la capitale della cultura per il 2011 … Hyvää  Suomi!


Special:  Odore di Finlandia: Legno di Stockmann


LINK UTILI:

FINLAND.FI - Un ottimo sito informativo sulla Finlandia 

HEI FINLAND - Ottimo sito per imparare un pò di finlandese

TAIVASALLA - Sito di Fotografia...soprattutto ambientata in Finlandia

FINLANDESE.NET - Ottimo sito in italiano 

MODA :




LUOGHI DA VISITARE:


NOSTURI - Sito del Nosturi...controllatelo prima di partire...potrebbe esserci qualche band interessante! ;)

TAVASTIA - Lo stesso per il Tavastia...


VIDEO:

Visit helsinki Video

e ora un pò di link di band finlandesi meno conosciute ma che davvero meritano successo...
MUSICA:

CLARKKENT

E ORA LA MASCOTTE DELLA FINLANDIA.....MOOMIN!



A prestoooooooo! ;)

sabato 8 gennaio 2011

HELSINKI - FINLANDIA - parte 1

Rieccoci qui, ho quindi deciso di cominciare il mio “ tour” personale qui sul mio blog da un paese, sconosciuto ai più, ( c’è chi non sa nemmeno dove sia posizionato) ma che mi ha catturato il cuore, sarà perché è cosi diverso e distante dalla nostra Italia….questo paese è la Finlandia.


Helsinki-Finlandia

La Finlandia, paese dell’unione europea, ( ebbene si hanno l’euro) è davvero la terra del VERDE. Questa è stata la prima cosa che ho notato quando a Ottobre di alcuni anni fa sono atterrata a Vantaa, aeroporto vicino la capitale Helsinki nel sud della Finlandia.

Mentre si atterra ci si rende già conto di quanto sia un paese vasto e cosi immerso nel verde. Ecco da dove nasce il famoso tono VERDE BOSCO dei pastelli Giotto!


Come raggiungere la Finlandia

Ma partiamo dal principio. Volare in Finlandia per noi italiani può rivelarsi un impresa, se non si vive in città “ fortunate” come Milano, Roma, Bologna, da cui partono voli diretti Finnair diretti a Helsinki. In altri casi, per chi come me deve trovare soluzioni alternative, ci si affida alla fantastica Lufthansa, che con scalo a Monaco ci porta dritti a Vantaa a 20 km dalla capitale. Altro aeroporto secondario vicino la città è Malmi, per i collegamenti interni. 




Come raggiungere Helsinki dall'aeroporto

Raggiungere Helsinki da Vantaa è semplicissimo, l’autobus dell’aeroporto che porta direttamente al centro di Helsinki vicino la stazione centrale, Rautatieasema.
Il biglietto sta su per giù 6 euro, potete riporre comodamente la vostra valigia nel vano apposito per i bagagli e godervi il viaggio, il biglietto è acquistabile a bordo del bus.

Prima cosa, non preoccupatevi della lingua, i finlandesi parlano benissimo l’inglese, con un ottima pronuncia e sono ben disposti anche verso chi non parla inglese benissimo. Basta poco! ;)

E….se salendo sul bus venite accolti con un “Hei” , non è un rimprovero ma è il loro saluto! Moi, Hei..sono i saluti ufficiali, e vengono letti cosi come si scrivono, FORTUNATI NOI ITALIANI! ;P Quindi stupiteli e salutateli con un Hei!

La lingua finlandese non è tra le più facili, anzi! I miei amici li hanno provato di tutto ma la mia memoria è davvero labile, sarà che hanno parole lunghissime che mentre leggi la fine hai già dimenticato l’inizio? A poco a poco vi dirò qualche parolina che conosco…proprio per non facilitare le cose…”EI” è anche NO….non chiedetemi come le distinguono perché non lo so ! ;P
Una volta avuto il vostro biglietto e aver ringraziato con un “Kiitos” si comincia!

In generale muoversi a Helsinki è semplice, il centro è facilmente visitabile a piedi, ma la città è dotata anche di metropolitana e tram.

Helsinki , in svedese Helsingfors,  nella regione dell'Uusimaa, e dal 1918 è capitale della repubblica indipendente della Finlandia.. La città è bilingue, e le lingue ufficiali sono il finlandese e lo svedese, anche i nomi delle strade sono in finlandese e svedese.


Albergo a Helsinki

Trovare un albergo a Helsinki non è difficile, ma è tutta questione di badget. Io consiglio a tutti gli OMENA HOTELLI. Posizionati nel cuore della città, gli Omena, sono alberghi in cui vengono fittate camere anche per 4-5 persone. “Fittate” perché diventerà casa vostra!

Dotata di tutti i confort, televisione, frigo e fornettino, bagno in camera, potete sfruttare al meglio il vostro “appartamento”. Ogni 2-3 giorni il servizio verrà a cambiare le lenzuola e a pulire la camera.

Al momento della prenotazione online, avrete tutti i dati di accesso, NON DIMENTICATE I CODICI, perché non troverete nessuna reception, ma solo la possibilità di chiamare e ricevere un aiuto vocale. Ma non preoccupatevi tutto funziona alla perfezione.


OMENA HOTELLI

Il Momento migliore per visitare Helsinki

Quando è il momento migliore per visitare la Finlandia? Beh ovvio, Giugno! Il mese del sole di

Precisamente il periodo ideale sarebbe tra il 20 e il 26 Giugno, settimana in cui i finlandese festeggiano lo “Juhannus”. Settimana di festeggiamenti con falò in riva ai laghi.

Purtroppo i miei viaggi a Helsinki sono stati in Ottobre e Maggio, e se a Maggio alle 22 è ancora giorno…..potete immaginare che spettacolo è la “ notte” dell’estate finlandese!

I periodi meno ideali per visitare la Finlandia, o per chi come me non ha un bel rapporto con il freddo e la neve, è da fine novembre a marzo. Per chi invece non ha problemi nello sfidare temperature come -20 …..il capodanno a Helsinki è consigliato! Niente è più natalizio di festeggiare il Natale nel paese di Babbo Natale. 

Ebbene si, il paese di Babbo Natale al secolo Rovaniemi, nel Nord della Finlandia fa parte del circolo polare artico, zona per lo più abitata dai Sami ( i lapponi) ma dove c’è la famosa casa di Babbo Natale! Altro punto per la Finlandia … Hyvää  Suomi! ( Hyvää…sta per Buono! Viva! Grande....come incitazione..Suomi …è Finlandia in finlandese! )

Nel prossimo post...Cosa visitare a Helsinki...passo per passo! ;)

lunedì 3 gennaio 2011

...con nuovi occhi...

“Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi. “ ..cosi diceva Marcel Proust ed è cosi che mi sento durante i miei viaggi, sempre più ”con nuovi occhi”.

Occhi pronti a guardare più in la di quello che si ha davanti, occhi incuriositi da luoghi sconosciuti ai più, occhi pronti a andare oltre le classiche storie e dicerie su popoli e paesi. Eh si, io sono come San Tommaso, se non vedo non credo. Gli italiani sono caciaroni? I francesi con la puzza sotto al naso? I tedeschi freddi e rigidi? Eh no, devo appurarlo personalmente.

Ogni mondo è paese, ma ogni mondo va conosciuto, senza pregiudizi. È bello provare cose nuove, sapori nuovi, odori nuovi, si odori, personalmente ho un ricordo ben specifico di ogni odore che caratterizza i posti dove sono stata, ( io che non sono per niente un cane da tartufo) più che i sapori, visto che ormai puoi mangiare tutto ovunque. 

E poi scoprire quel posto, quel luogo che porterai per sempre nella tua memoria e dove non vedi l’ora di ritornare, quel posto al cui solo pensiero ti si riempiono gli occhi di lacrime di gioia e dove ti sembra tutto cosi vivo, quel posto che quasi sembra solo tuo.

Ed è cosi che affronterò ogni post, vi fornirò notizie di ordine pratico, curiosità, luoghi da non perdere ma vi mostrerò anche “ il mio posto speciale” città per città, sperando poi di conoscere il vostro. Il prossimo post sarà proprio su uno di quei posti che mi porto nel cuore….e che non dimenticherò mai.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...